Dolci emozioni

23 luglio 2012

“Pietro, ma tu quando sei felice pensi alla frase “sono felice” o pensi al concetto?”
“Cos’è il concetto, mamma?”
“Il concetto è una sensazione, in questo caso di felicità. Allora, pensi alla frase “sono felice” o pensi al concetto?”
“Mmmmm… sì, mamma, penso al confetto!”

Amori scorretti

22 aprile 2012

Papà: “Ma è vero che stanotte dalla nonna ti sei svegliato e hai cercato il papà?”

Pietro: “Sì”

Papà: “E come mai?”

Pietro: “Perché io… volevo tu!”

Piccoli poeti crescono

20 aprile 2012

Il bambino, sull’altalena, chiude gli occhi mentre oscilla e guarda la luce del sole attraverso le palpebre: “Ohhhhhh, che luce malinconica!”

Giocare con la fantasia

5 aprile 2012

La mamma legge un libro:

“Non è bello quando qualcuno fa il furbo per vincere. Nel gioco bisogna essere LEALI, perché la cosa più importante è divertirsi. Hai capito cosa vuol dire, Pietro?”

“Sì… che si deve volare!” 

Educazione per tutti

5 marzo 2012

“Mamma, mi dai il cioccolato?”
“Si chiede “per…””
“…per i bambini!”
“Sì, va bene, per i bambini, ma anche “per…””
“…mmmm… per i grandi!”

La mamma è sempre la mamma

25 febbraio 2012

“Dov’è papà?”
“In ospedale a lavorare perché è un dottore!”
“Ah sì, è un dottore!”
“Ma lo sai che anche io sono un dottore?”
“Nooooo, tu no!”
“Ah, no? E perché?”
“Perché tu sei la mamma!”

Chi si loda si imbroda

21 febbraio 2012

Momento delle coccole…

“Chi ti ha fatto la torta?”

“La mamma!”

“Chi ha giocato con te?”

“La mamma!”

“Chi ti ha fatto il bagnetto?”

“La mamma!”

“Chi ti ama più di qualunque altra cosa al mondo?”

“Papà!”

Ben mi sta…

Lo zio d’Australia

15 febbraio 2012

Giochiamo agli indovinelli.
“Qual è quell’animale grosso, marrone, con la coda lunga, una tasca sulla pancia nella quale trasporta i cuccioli, che fa grandi salti e… che vive in Australia?”
“Mmmmmmmmmm… lo zio Riky!”

Educazione sportiva

1 febbraio 2012

“Non lo voglio più il latte!”
“Bevilo, Pietro, che contiene tante cose buone! Il fosforo, il calcio…”
Guarda perplesso dentro la tazza.
“No, mamma, non c’è la palla dentro!”
“……..”